Il meglio di Bali in 15 giorni

da | Dic 15, 2020 | Asia

Home E Asia E Il meglio di Bali in 15 giorni

 

DESTINAZIONE

Bali e Isole Gili

CON CHI

Coppia e amici

QUANDO

Ottobre, 15 giorni

Come

Aereo

Tempo di lettura: ( Parole totali: )

Meta un po’ sognata da tutti, due aerei, 18 ore di volo ed eccoci finalmente atterrati a Ngurah Rai, Bali, l’isola degli Dei! E’ chiamata così proprio per l’atmosfera che si respira.
Il nostro amico Swastica, colui che ci ha portato in giro per l’isola, è una persona che vogliamo assolutamente indicare a chiunque voglia affrontare questo tipo di viaggio. Abbiamo riso, scherzato e imparato tantissime parole balinesi (Om suasiastu)
Siamo arrivati con una lista ben precisa di cose da fare e vedere e fidatevi, vale la pena vederli proprio tutti.
Vi dovrete armare di tanto coraggio e poco sonno: si, avete capito bene! Bali è piccolina, ma causa traffico e poche strade a disposizione, raggiungere le varie mete non sarà per niente una passeggiata e per riuscire a vedere tutto la sveglia deve essere fissate alle cinque della mattina. Non preoccupatevi! Non immaginate neanche che spettacolo sia osservare il sole che lentamente fa capolino dalle folte risaie.

Vi è mai capitato di essere felice ogni istante, in un luogo totalmente sconosciuto, in mezzo a tantissime persone dagli occhi a mandorla che vi sorridono costantemente? Tutto là è serenità, è come toccare con mano la spiritualità che c’è nell’aria, una scenografia continua, ogni luogo è perfetto per scattare una foto.
Bali è un’isola talmente varia che ha tutto per tutti. Dalle montagne alte che spariscono in mezzo alla nebbia, il vulcano Batur, le immense risaie e queste distese di spiaggia e onde altissime, perfette per chi adora il surf.

Consiglio, non sottovalutate mai il sole! Scotta per davvero, ve lo dicono due che hanno passato l’intera vacanza a spelarsi!
Se siete amanti della frutta, siete capitati nel posto giusto. Colazioni, pranzi, merende a base di mango fresco, papaya e il famosissimo frutto del drago! In realtà dobbiamo ammettere che a Bali, per due bocche buone come le nostre, si mangia bene ovunque, i piatti tipici sono spettacolari e se siete amanti del tofu capirete che lo sono altrettanto anche loro, lo mettono dentro ovunque!
Attenzione alle spezie e al piccante, ricordatevi sempre di chiedere se il piatto è spicy, non hanno mezze misure!

  • Assolutamente da visitare è la capitale culturale Ubud! Super trafficata, motorini che sfrecciano ovunque, un gran caos, ma è il punto focale della cultura balinese.
  • Bali Swing simile per definizione al nostro Gardaland, solamente che, in mezzo alla giungla! Vi faranno dondolare su queste altane sorrette da piante di cocco e nel mentre vi scatteranno foto ricordo indimenticabili!
  • Le risaie di Tegallagang, altro posto simbolo di Bali, situate a nord di Ubud, nella parte centrale dell’isola, l’ingresso è libero, solitamente viene richiesta un’offerta.
  • La foresta delle scimmie a Ubud (facilissima da raggiungere, situata praticamente in centro): l’ingresso viene 50.000RP ed è la casa delle scimmie balinesi. Sembra quasi di entrare in uno di quei film all’Indiana Jones con uno scenario incredibile composto da giungla tropicale, ponti e dirupi. Un consiglio spassionato: assicuratevi di avere sempre gli zaini, borse ben chiuse, le scimmie possono essere davvero dispettose.
  • Assolutamente da non perdere le Aling Aling Waterfall: il cammino per raggiungerle è di circa 30 minuti, ma capirete che vista sorprendente una volta arrivati. Se siete amanti degli sport estremi, siete capitati proprio nel posto giusto! Vi potrete lanciare da scogliere tutt altro che sicure da 5 fino a 15 mt! Spiagge da vedere?

Beh ce ne sono quante volete, noi personalmente siamo stati a Seminyak i primi due giorni (super consigliato per l’orario aperitivo), la spiaggia si riempi di pouf colorati, ombrellini, luci, musica dal vivo e colori nei bicchieri.. i cocktail, per gli amanti, sono buonissimi!
Abbiamo invece sostato a Kuta Beach gli ultimi due giorni.. Il concetto di spiaggia è sempre uguale, lunghe distese di sabbia, puoi scegliere tra libera o attrezzata.
Altra chicca da vedere, se avete voglia e tanta pazienza di aspettare in fila, è il Lempuyang Temple e l’ Istana Taman Ujung.
Se avete uno stomaco di ferro e non soffrite la macchina, allora potete azzardare e passare la giornata intera a Nusa Penida! Vi avvertiamo fin da subito, che le strade non esistono, viaggiate su jeep che fanno acrobazie.
Cosa vedere? Beh, l’itinerario solitamente è uguale per tutti coloro che scelgono questo pacchetto, ma ricordatevi di chiedere assolutamente di visitare Broken Beach, Crystal Bay, Diamond Beach, Angel Billabong e non di meno Kelinking Beach (per intenderci, la scogliera famosissima a forma di dinosauro).

Ultimo ma non meno importante, uscendo da Bali, in un’altra parte dell’Indonesia farsi 3/4 giorni di totale relax alle Isole Gili.
Per raggiungerle sarà necessario prendere un traghetto con una durata di circa due ore di viaggio. Importante sapere che su queste isole non circolano autoveicoli, gli unici mezzi per spostarvi saranno i vostri piedi, le bici o i carretti trainati dai cavalli.
Potrete scegliere tra Gili Trawangan, per chi ama e non rinuncia alla vita nottoruna, Gili Air, per le coppie e le famiglie e Gili Meno isola più desertica.
Noi personalmente vi consigliamo Gili Air, nel bellissimo complesso Camilla Beach, dove potrete decidere se alloggiare più internamente nelle camere di hotel, o in bungalow a pochi passi dalla spiaggia.. noi secondo voi cosa abbiamo scelto?
Noleggiate delle bici e giratevi l’intera isola, respirerete a pieni polmoni la cultura. Fate qualche sosta qua e là e tuffatevi nell’oceano, potrete avere la fortuna come noi di trovare squaletti nuotarvi tra le gambe.
Importante: fermatevi assolutamente da quelle ragazze indonesiane disposte a massaggiarvi con oli e scrub, non ve ne pentirete!
Anche qui vi consigliamo di utilizzare un’intera giornata per un’uscita in barca, per fare snorkelling e poter osservare tartarughe, mante, barriere coralline, e le statute che si trovano sui fondali. Altresì potete dedicarvi al surf!

Vi consigliamo di sostare in hotel relativamente economici, il tempo da trascorrere in camera sarà talmente poco che non vi servirà chissà che cosa! Se siete appassionati di natura e selvaggi come me, vi consiglio di guardare quegli hotel con il bagno e la doccia a cielo aperto! Sarà divertentissimo farsi una bella doccia a fine giornata tra piante di banano e gechi!

Articoli correlati

Tips per una Singapore low cost in solitaria

Tips per una Singapore low cost in solitaria

Singapore è considerata una delle città più sicure al mondo, il tasso di criminalità è molto basso e questo la rende una delle mete preferite soprattutto dalle ragazze alle prime armi che vogliono provare a viaggiare da sole. Io sono principalmente una viaggiatrice...

Myanmar – dove il tempo sembra essersi fermato

Myanmar – dove il tempo sembra essersi fermato

Abbiamo scelto il Myanmar come destinazione, quando abbiamo sentito sentire dire "è la Thailandia di 50 anni fa". Cosi dopo qualche ricerca, prenotiamo un volo su Bangkok e partiamo. Qui vi trascorriamo una notte e il giorno dopo voliamo su Mandalay con soli 20€ a...

Due anni in Thailandia episodio 4 – Koh Chang

Due anni in Thailandia episodio 4 – Koh Chang

Dicevamo? Dove si prende il primo autobus per Koh Chang? La ragazza, gentilissima, mi indica tutto il percorso per raggiungere la stazione dei bus. Ci salutiamo e dopo 20 minuti esatti sono sul minivan insieme a 8 sconosciuti direzione Koh Chang. Il viaggio da Bangkok...

Due anni in Thailandia episodio 2 – Koh Samui

Due anni in Thailandia episodio 2 – Koh Samui

Eccoci qui con il secondo articolo della mia esperienza Thailandese durata due anni, oggi vi racconto di Koh Samui..  andiamo! KOH SAMUI Ho vissuto qui e questo basterebbe per consigliare l’isola. Dopo tutto questo tempo devo ancora trovare qualcosa che non attiri la...

Due anni in Thailandia episodio 1- Bangkok

Due anni in Thailandia episodio 1- Bangkok

Un viaggio lungo due anni, un biglietto di solo andata Milano - Bangkok e la voglia di scoprire un mondo nuovo e me stesso fuori dalla comfort zone. Un viaggio nei valori autentici, nel tempo che scorre lento, nel "qui ed ora" che mi ha portato ad apprezzare ogni...

Un Venerdì a Gerusalemme

Un Venerdì a Gerusalemme

Sono stato in Israele per 5 giorni, ho soggiornato per tutto il periodo a Tel Aviv, città molto bella, completamente “appoggiata” sul mare, ricchissima ovviamente di contaminazioni culturali, che troviamo sia nel cibo, che nella musica, nella architettura dei...

Giappone: diario di viaggio

Giappone: diario di viaggio

Giorno 1 Partenza con il mio gruppo da Malpensa per Tokyo, dove arriviamo il giorno successivo. Giorno 2 Alloggiamo nel quartiere "Shinjuku" che consiglio. Visto il lungo viaggio, il primo giorno effettivo di soggiorno prendetelo soft: visitate il Metropolitan...

Toccata e fuga tra Bangkok e Koh Samui

Toccata e fuga tra Bangkok e Koh Samui

La mia prima esperienza in Oriente è stata la Thailandia. Da sempre affascinata dalle culture dell'Asia, decisi di immergermi per sette giorni alla scoperta della capitale Bangkok e dell'isola Koh Samui. Di Bangkok mi ricordo l'incredibile traffico che attraversa...

Turchia: una porta tra due mondi

Turchia: una porta tra due mondi

La Turchia è uno di quei posti da cui potersi aspettare tutto o niente, in grado di creare nell'immaginario di chi sta per recarvisi aspettative differenti. La sua stessa posizione geografica, a cavallo tra Occidente ed Oriente, si riflette sulla sua doppia natura di...

Malesia in pillole

Malesia in pillole

Uno dei miei viaggi preferiti. La Malesia è una nazione meravigliosa dove si ha la possibilità di esplorare natura incontaminata, rilassarsi su spiagge da sogno e visitare città uniche al mondo come la capitale Kuala Lumpur. La consiglio a tutti anche per i costi. Con...

I contrasti dell’Oman del Sud

I contrasti dell’Oman del Sud

L’Oman è terra di contrasti: montagne e mare, deserto e oasi verdi, lusso e semplicità, avanguardia e antichità. Ci accoglie così Salalah, capitale del Dhofar, a sud del paese. Soggiorniamo all’Hotel Fanar, 5 stelle piene situato nel complesso turistico e residenziale...

[user-submitted-posts]