Via Francigena – un viaggio per l’anima da San Miniato a Siena

da | Gen 31, 2021 | Speciale Italia

Home E Speciale Italia E Via Francigena – un viaggio per l’anima da San Miniato a Siena

DESTINAZIONE

da San Miniato a Siena

CON CHI

Amica

QUANDO

Agosto

Come

A Piedi

Tempo di lettura: ( Parole totali: )

Vorrei cominciare questo racconto dalla fine del viaggio, perchè quando torni a casa dopo un cammino la tua vita improvvisamente diventa diversa e vedi ogni cosa sotto un’altra luce. Queste possono essere, in poche parole, le sensazioni che ho provato nell’Agosto 2018 quando sono tornata a casa dopo 5 giorni di Via Francigena: quasi 90Km, 5 località visitate, più di 1000mt di dislivello positivo totale, tanti nuovi amici trovati.

Giorno 1 – Partenza
Il nostro itinerario comincia da Genova dove prendiamo il treno e, dopo un cambio intermedio, scendiamo a San Miniato.
Ci ritroviamo subito nell’aperta campagna toscana, perchè la stazione è leggermente fuori paese.
Il nostro primo obiettivo:
raggiungere Piazza del Popolo, per recuperare le credenziali del pellegrino, ovvero il passaporto che certifica il cammino che si vuole percorrere, inserendo timbri ad ogni tappa raggiunta. Ci avviamo quindi all’ostello del Pellegrino, dove fin da subito veniamo accolti da due ridenti signore, che ci hanno preparato una deliziosa cena.
In meno di 12 ore ho respirato già l’atmosfera da cammino: frugalità, semplicità e condivisione.

Giorno 2 – 28km da San Miniato a Gambassi Terme
La sveglia del giorno successivo sarà molto presto, perchè l’alba ci attende con i suoi colori rosati e ci presenta tutti i km che abbiamo davanti. Passo dopo passo, percorriamo le campagne Toscane, tra sali e scendi anche impegnativi, soprattutto quando il caldo del sole ardente di Agosto comincia a fare capolino.
Il nostro rifugio per la sera sarò l’Ostello Sigerico di Gambassi, dove veniamo accolti in maniera molto calorosa e dove facciamo amicizie con altri pellegrini.
Non c’è molto tempo per riposare: tra una cena e nuove amicizie, ci attende una nuova alba, ma questa volta la destinazione è davvero di tutto rispetto e sono felicissima di raggiungerla!

Giorno 3 – 15 km da Gambassi Terme a San Giminiano
San Gimignano,  la tappa più corta dell’itinerario, si presenta con le sue imponenti torri! E’ bellissimo entrare in città, gustare un buonissimo tagliere di salumi toscani e nel frattempo re-incontrare i nuovi amici, che in verità avevamo conosciuto solo il giorno prima. La gioia di un gelato tutti assieme e di una visita turistica in tutto il borgo medievale, ci accompagna fino al calar della sera, davanti ad un piatto tipico del luogo: i pici al ragù di cinghiale.

Giorno 4 – 30km da San Giminiano a Monteriggioni
Il giorno successivo ci attende una giornata molto intensa e lunga: saranno 30 km e supereremo Colle Val D’Elsa, fino a raggiungere un convento nelle vicinanze di Monteriggioni!
Facciamo ulteriori nuove conoscenze e scopriamo nuovi cibi, come la ribollita toscana, e tutto ciò avviene in una magica e surreale atmosfera: giorno dopo giorno il mondo reale sembra sempre essere più lontano ed è solo questa la realtà che ci appartiene! E’ uno spazio di libertà, una smisurata sensazione di poter andare dove si vuole solo con le nostre gambe e con il peso dello zaino sulle spalle!
E’ strano come tutti i miei amici più procedono e più sono stanchi e provati dal cammino, mentre io mi accorgo che più avanzo e più recupero energie dalla terra e dalla natura! Sono felice, mi sento in pace con me stessa, riesco a trovare quello spirito e quelle sensazioni che sono difficili da provare in un contesto normale.
La nostra piccola comunità, che abbiamo creato in pochi giorni, sembra conoscersi da sempre; condividere il tempo assieme non ha prezzo nè limiti, neppure quelli linguistici, visto che le nostre amicizie sono anche di ragazzi tedeschi e polacchi!

Giorno 5 – 30km da Monteriggioni a Siena
Un ultimo sforzo e il giorno successivo si raggiunge Siena, ma non prima di essere passati da Monteriggioni: un bellissimo borgo medievale, citato addirittura da Dante nella Divina Commedia ma non è difficile capire il perchè, vedendo quanto siano belle le sue mura al sorgere del sole. Così, con il cuore carico di emozioni per i giorni precedenti e con ancora negli occhi l’ennesima alba, abbiamo gli ultimi 30 km davanti a noi.
Siena appare dopo una continua attesa con diversi segnali che sembrano essere fuorvianti come un gioco del destino: un primo omino segnava solo 2 km di lontananza, creando aspettative poi disilluse pochi chilometri dopo, quando infatti ancora eravamo in mezzo al bosco ma finalmente, ad un certo punto, Piazza del Campo appare maestosa con i suoi palazzi con mattoni rossi!

Ora vi spiego perché dovreste fare un’esperienza del genere:

  • Ho il sangue che mi pulsa nelle vene:
    a fine cammino sento che sono solo all’inizio di un nuovo viaggio, nonostante le sveglie alle 5 di mattina, 90km percorsi sotto il sole cocente, il rischio di avere le vesciche ai piedi che mi avrebbero ostacolato il cammino
  • Ho sperimentato un mondo autentico:
    un mondo di persone genuine che hanno voglia di condividere i loro gesti e le loro esperienze; non servono grandi cose quando si è felici e si seguono le proprie passioni
  • Ho fatto un viaggio per l’anima:
    un viaggio che ti eleva a desideri puri, che mi ha cambiata profondamente e che mi porta a sognare di ripartire proprio da qui per il livello successivo, il Cammino di Santiago.

Mi torna il sorriso mentre scrivo questo pezzo, sogno già la prima alba che vedrò e sono veramente grata per tutto questo mondo meraviglioso!

Federica

Articoli correlati

Il meglio di Tropea in un giorno

Il meglio di Tropea in un giorno

Tropea è una splendida cittadina della costa calabrese eletta "Borgo dei Borghi 2021": è da sempre conosciuta per le sue acque cristalline e per il suo buon cibo e turisti da ogni parte del Mondo scelgono di venire a visitarla. Passeggiando tra i vicoli alla scoperta...

Sunshine Blogger Award 2021

Sunshine Blogger Award 2021

Cari Amici, Oggi leggerete qualcosa di diverso dal solito. Siamo state nominate dalla nostra cara Paola, aka @mammacamperista, per partecipare al Sunshine Blogger Award 2021. Paola, come dedurrete dal suo nickname, è una super mamma che con la sua famiglia percorre...

Sardegna Low Cost & On the Road

Sardegna Low Cost & On the Road

Ciao Ontheroaders! Sono Denise di Bellavitis il blog di viaggi e ho la passione per gli on the road per la libertà di scelta che ti danno: scegliere di viaggiare di notte per vedere l’alba nella natura, scegliere di fermarsi per qualche giorno in un paesetto in mezzo...

Lampedusa: perla delle Pelagie

Lampedusa: perla delle Pelagie

Ciao ragazzi, mi chiamo Gloria e sono qui per raccontarvi la mia esperienza di viaggio in una delle più belle Isole delle Pelagie del Mar Mediterraneo, Lampedusa, provincia di Agrigento. Nonostante ami i viaggi culturali e il mese di settembre, abbiamo deciso di...

Firenze: cosa vedere in due giorni

Firenze: cosa vedere in due giorni

Sono stata a Firenze per due giorni e me ne sono innamorata subito. Era mezzogiorno, sono uscita dalla stazione di SMN con la mia valigia e lì, davanti a me, c'era lei: la cupola del Brunelleschi. Dopo quasi 4 ore di viaggio in treno ero stanca e affamata, così per...

Verona: città tridimensionale

Verona: città tridimensionale

Verona: capoluogo dell'omonima provincia veneta. Città antica, fondata dai romani e in seguito occupata dai popoli del nord, ancora oggi presenta le caratteristiche e gli elementi che l'hanno resa così particolare e meravigliosa. Lì mi sono ubriacata col vino bianco...

Le spiagge di Santa Teresa di Gallura

Le spiagge di Santa Teresa di Gallura

Spesso meta di weekend lunghi in mesi molto tranquilli come giugno o settembre, nell’agosto del 2018 decidiamo di trascorrevi una settimana. Per varie vicissitudini che non sto ad elencare riusciamo ad affittare, tramite un amico di un amico, un appartamentino un po’...

Le perle del Conero – Overview

Le perle del Conero – Overview

Diventata ormai meta ambitissima per le vacanze italiane, la Riviera del Conero è davvero una bellissima sorpresa. Ci siamo fermati qui per tre notti di ritorno dalla Puglia, volevamo riposarci dopo 15 giorni in macchina e invece no, gambe in spalla e si cammina come...

Sicilia: tra il Barocco e il Gusto

Sicilia: tra il Barocco e il Gusto

Tre notti e quattro giorni intensi per vedere quanto più ci fosse possibile. È ottobre e fa un caldo meraviglioso, secco e non asfissiante e il mare è ancora caldo. Giorno 1 Arriviamo a Catania, noleggio auto e via partiamo per Lido di Noto, località scelta per avere...

[user-submitted-posts]