Holbox: Una chicca Messicana

da | Gen 21, 2021 | Americhe

Home E Americhe E Holbox: Una chicca Messicana

DESTINAZIONE

Holbox, Messico

CON CHI

Sola

QUANDO

Ottobre

Come

Aereo + traghetto + bici

Tempo di lettura: ( Parole totali: )

Dopo una lunga permanenza tra i posti più turistici del Messico decido di fare, in solitaria, un viaggio non molto comune..direzione? L’attraente isola di Holbox. Vi porto con me.
Così, una mattina all’alba, sono partita da Cancun e dopo un tratto in taxi, un lungo viaggio in autobus tra la fitta foresta selvaggia, e una meravigliosa traghettata, sono arrivata in questo paradiso. Qui non esistono macchine e l’unico mezzo di locomozione sono biciclette e macchinette da golf.

Arrivo al mio stupendo ostello, “Hostel Che”, lascio i miei bagagli e corro (con il mitico e insolito taxi) a godermi il tramonto, tutta sola, nella punta più estrema dell’isola: Playa Punta Cocos. Qui l’acqua ospita una quantità infinita di razze “Las Mantarrayas” e l’oceano regala un fantastico spettacolo grazie al fenomeno della bioluminescenza.
La sera, seduta sul ciglio della strada mentre ascolto musica live, faccio amicizia con una ragazza di Città del Messico, colei che tutt’oggi chiamo alma gemela. Decidiamo così di interrompere il nostro “viaggio in solitaria” di girare insieme l’isola in lungo e in largo.

L’indomani, molto presto, affittiamo una macchinetta da golf e, tra le strade più trafficate e quelle meno conosciute, andiamo alla ricerca di scorci mozzafiato... non è difficile trovarne!
La sera, mentre mangiamo e beviamo tipicamente locale, tre ragazzi francesi diventano parte integrante del nostro gruppo ormai multiculturale e multilingue: parliamo inglese, spagnolo, francese e italiano, senza distinzioni, coniando anche parole che non esistono. Passiamo la notte tra spiaggia e bar tutti insieme, ormai di solitario non c’è più nulla.

Ecco che tutti e cinque, il terzo giorno, affittiamo delle bici per continuare il tour. Non è un mezzo semplice da usare se pensate al contesto: dopo i tipici e rapidi acquazzoni messicani le strade sterrate diventano fangose e piene di buche e la situazione può sfuggirti di mano, soprattutto se come me non tocchi per terra 🙂

Meta del quarto giorno: Isla Cabo Catoche, l’altra punta estrema dell’isola. Vogliamo a tutti i costi raggiungere la Riserva dei Flamingo a modo nostro quindi camminiamo dentro l’oceano, con l’acqua che arriva alle ginocchia, per un’ora intera! Impegnativo ma fantastico, eravamo solo noi 5 circondati dell’oceano e dai fenicotteri.. per tutti gli altri, esistono delle escursioni guidate in barca:). Mega festa in ostello la sera stessa!

Quinto giorno di relax, mangiando pesce in un ristorante in riva del mare e godendoci la sera il tramonto e dei fantastici colori messicani.

Il sesto giorno decido di fare un tour dell’isola tutta sola: sono antropologa e fotografa e, come tale, necessito di attimi tutti per me! Camminando per le strade parlo con tutti, giovani, anziani, bambini mi faccio raccontare storie e vengo, addirittura, invitata a entrare in una casa di un anziano pescatore, il quale continua a guardare sua moglie con gli occhi dell’amore.
Entro in tutti i negozi e acquisto un infinità di souvenir, fotografo tutte le case perché amo i murales e le facciate sono tutte interamente dipinte a mano … amo i colori e lo stile del Messico ….

Settimo giorno si ritorno, tempo di fare colazione e un bagno nella piscina dell’ostello e si parte per Cancun.

Poter dire che questo è stato uno dei mie viaggi preferiti è quasi riduttivo: spiagge deserte, strade sterrate, case dipinte con i murales, bioluminescenza notturna, macchinette da golf e bici come unici mezzi di locomozione, spiagge abitate solo dai fenicotteri sono le peculiarità di un paradiso terreste che esiste ed è possibile visitare a Holbox.

Vanessa

Articoli correlati

New York: la mia esperienza nella Grande Mela

New York: la mia esperienza nella Grande Mela

Oggi vi racconto di New York City. Avevo appena finito il liceo quando mi regalarono un biglietto di sola andata per New York. Sarebbe stato un modo per schiarirmi le idee sull’università da scegliere oppure uno di quei viaggi che chissà dove mi avrebbe portata. Non...

Stati Uniti: vivere e studiare in Nevada

Stati Uniti: vivere e studiare in Nevada

Vivere e studiare negli Stati Uniti Sono sempre di più gli studenti che sognano di imparare la lingua inglese in America e vivere un’esperienza completa inserendosi nella cultura americana e nella vita universitaria. A Reno c’é una delle Università più prestigiose del...

Panama: avventura tra le foreste

Panama: avventura tra le foreste

Se amate la natura in ogni sua declinazione, le foreste di Panama sono il vostro posto ideale, ecco la nostra esperienza. Dia 1Arriviamo all'aeroporto di Panama City Tocumen e, dopo un viaggi di 27 ore prendiamo un taxi per il nostro hotel Double Tree by Hilton -...

One Happy Island – Aruba

One Happy Island – Aruba

La chiamano One Happy Island, l'isola felice. E come non poterla definire tale considerato che possiede una delle spiagge più belle al mondo? Considerando che è l'isola con più giorni di sole dei Caraibi? La sua collocazione geografica (a pochi km dal Venezuela e poco...

Panama: tra grattacieli e natura

Panama: tra grattacieli e natura

« Ogni viaggio di mille miglia inizia con un singolo passo » Per me Panama rappresenta il mio primo vero e lungo viaggio oltreoceano. Un’esperienza che mai dimenticherò. Mi ha fatta crescere, ha cambiato la mia mentalità e aperto i miei orizzonti. Panama è il mio...

Essenza di Cuba

Essenza di Cuba

Sono state due settimane di pura avventura! I primi 3 giorni nella capitale, Havana, per poi ogni due giorni cambio di città: Viñales, Cienfuegos, Trinidad, Santa Clara, Remedios e Varadero. Non avevamo una dimora fissa, ma volevamo conoscere al meglio Cuba, vivendo...

Canada: on the road tra le città

Canada: on the road tra le città

Abbiamo scelto, diversamente da molti, di fare un tour on the road tra le città principali del Canada escludendo i parchi! Iniziamo atterrando a Montreal, una bella città moderna tutta da visitare: fate un salto al belvedere, salirete molti scalini, sarete congelati e...

Cayo Largo: il mio paradiso tropicale

Cayo Largo: il mio paradiso tropicale

Ciao Amici viaggiatori! Sono Antonio Martini, ho 29 anni e vengo da Treviso; lavoro da sempre nell'Hospitality e per ovvie ragioni ho sempre guardato gli altri divertirsi. La mia sete di curiosità e di imparare cose nuove mi hanno portato a dedicare tutto il mio tempo...

Montana: a Winter Wonderland

Montana: a Winter Wonderland

Ciao Travelteller, ci scrive Spencer dal Montana per il nostro #xmasconest e leggete qui che meraviglia 😉 Il Montana è bellissimo, è uno stato versatile e sperimenterai molte cose diverse qui: potresti essere sorpreso da una bufera di neve in un minuto, poi dal caldo...

La Repubblica Dominicana che non conosci

La Repubblica Dominicana che non conosci

La Repubblica Dominicana che ti racconto è quella più inesplorata. È un tour che parte dalla capitale, si spinge fino al confine ovest con Haiti e termina in quello più ad est. Pronti? Sono partita per il mio primo viaggio a lungo raggio da sola, con un gruppo di...

Stati Uniti: West Coast on the road

Stati Uniti: West Coast on the road

Cosa c’è di più bello di girare gli Stati Uniti “on the road”, sulla strada? Alla ricerca dei colori, dei sapori, delle facce e delle suggestioni di un paese che ha infinite storie da raccontare?  Per il nostro viaggio negli Stati Uniti Occidentali abbiamo scelto un...

[user-submitted-posts]