Abruzzo: in camper tra Campo Imperatore e Fonte Vetica

da | Gen 21, 2021 | Speciale Italia

Home E Speciale Italia E Abruzzo: in camper tra Campo Imperatore e Fonte Vetica

DESTINAZIONE

Campo Imperatore, Abruzzo

CON CHI

Famiglia (2adt+2chd)

QUANDO

Ottobre 2020

Come

Camper

Tempo di lettura: ( Parole totali: )

Settantacinque km quadrati da togliere il fiato, un paesaggio irreale dove lo sguardo sembra perdersi in ogni direzione!

Ci trovavamo a Capitignano (AQ) prima di ripartire con il nostro camper verso Assergi: qui inizia la salita che, passando per Fonte Cerreto porta a Campo Imperatore, dove arriviamo nel buio più totale, senza vedere e capire cosa avevamo attorno. L’altitudine, 2130 mt,  e la posizione alle pendici del Monte Portella favoriscono infatti la presenza di banchi di nubi e raffiche di vento che ci accompagneranno per tutta la notte.
Sapete che l’hotel Campo Imperatore (ormai chiuso da anni) era la famosa struttura rossa simbolo della prigionia di Benito Mussolini? Qui arriva la funivia, trovate inoltre il caratteristico Ostello Lo Zio e il famoso Osservatorio Astronomico d’Abruzzo.

Il risveglio il giorno seguente però è stato qualcosa di folgorante, qualcosa che ti fa capire perché chiunque sia stato qui ti consiglia di visitarlo. Davanti a noi la figura maestosa del Corno Grande (la cima più elevata del Gran Sasso), raggiungibile attraverso una salita impegnativa di circa 3h seguendo il segnavia nr. 3, e il rifugio Duca degli Abruzzi (mt. 2.388), che abbiamo raggiunto con una camminata relativamente facile di circa 40’ (per noi con due bambini piccoli rispettivamente di 4 e 2 anni, circa il doppio del tempo).
Il sentiero è sassoso, sempre in salita, ma non troppo pendente ed è tutto al sole, che per noi era un sollievo avendolo percorso in ottobre perchè il caldo del sole ci ha scaldato. Non è adatto a passeggini (noi per Simone avevamo una fascia) e non ci sono fonti d’acqua.
Una volta arrivati al rifugio, si gode una magnifica vista non solo su tutto l’altopiano ma anche su tutte le cime dell’Abruzzo!
Non dimenticatevi una giacca, perchè non manca il vento!
Ci sono inoltre diversi altri itinerari percorribili, con vari gradi di difficoltà, che permettono di esplorare e conoscere tutto questo incredibile territorio.

Una volta scesi alla base, siamo saliti sul nostro camper e abbiamo attraversato tutta la piana in direzione Fonte Vetica (circa 20 minuti), rapiti da un paesaggio che ti trasporta in un’altra dimensione, un mondo selvaggio tra cavalli allo stato brado e mucche al pascolo. Fermatevi in queste macellerie locali: il Ristoro Mucciante (dove ci siamo fermati noi) o il Ristoro Giuliani, dove potete acquistare carni, salumi, formaggi e bevande per poi cucinarle direttamente all’esterno nell’area attrezzata, insomma una tappa irrinunciabile per chi passa di qua. Sapete che a Fonte Vetica hanno girato film come “il Deserto dei Tartari” col grande Vittorio Gassman e “Lo Chiamavano Trinità”?
Se siete camperisti come noi, qui c’è la possibilità di sostare “in libera” e godersi una notte stellata in uno dei luoghi meno inquinati d’Italia.

Noi abbiamo poi proseguito scendendo verso alcuni dei borghi più belli della regione, come Calascio, Santo Stefano di Sessanio, Castel del Monte. Consigliamo queste tappe a chiunque voglia visitare una delle regioni, a nostro avviso, più belle della nostra amata penisola.

Articoli correlati

Il meglio di Tropea in un giorno

Il meglio di Tropea in un giorno

Tropea è una splendida cittadina della costa calabrese eletta "Borgo dei Borghi 2021": è da sempre conosciuta per le sue acque cristalline e per il suo buon cibo e turisti da ogni parte del Mondo scelgono di venire a visitarla. Passeggiando tra i vicoli alla scoperta...

Sunshine Blogger Award 2021

Sunshine Blogger Award 2021

Cari Amici, Oggi leggerete qualcosa di diverso dal solito. Siamo state nominate dalla nostra cara Paola, aka @mammacamperista, per partecipare al Sunshine Blogger Award 2021. Paola, come dedurrete dal suo nickname, è una super mamma che con la sua famiglia percorre...

Sardegna Low Cost & On the Road

Sardegna Low Cost & On the Road

Ciao Ontheroaders! Sono Denise di Bellavitis il blog di viaggi e ho la passione per gli on the road per la libertà di scelta che ti danno: scegliere di viaggiare di notte per vedere l’alba nella natura, scegliere di fermarsi per qualche giorno in un paesetto in mezzo...

Lampedusa: perla delle Pelagie

Lampedusa: perla delle Pelagie

Ciao ragazzi, mi chiamo Gloria e sono qui per raccontarvi la mia esperienza di viaggio in una delle più belle Isole delle Pelagie del Mar Mediterraneo, Lampedusa, provincia di Agrigento. Nonostante ami i viaggi culturali e il mese di settembre, abbiamo deciso di...

Firenze: cosa vedere in due giorni

Firenze: cosa vedere in due giorni

Sono stata a Firenze per due giorni e me ne sono innamorata subito. Era mezzogiorno, sono uscita dalla stazione di SMN con la mia valigia e lì, davanti a me, c'era lei: la cupola del Brunelleschi. Dopo quasi 4 ore di viaggio in treno ero stanca e affamata, così per...

Verona: città tridimensionale

Verona: città tridimensionale

Verona: capoluogo dell'omonima provincia veneta. Città antica, fondata dai romani e in seguito occupata dai popoli del nord, ancora oggi presenta le caratteristiche e gli elementi che l'hanno resa così particolare e meravigliosa. Lì mi sono ubriacata col vino bianco...

Le spiagge di Santa Teresa di Gallura

Le spiagge di Santa Teresa di Gallura

Spesso meta di weekend lunghi in mesi molto tranquilli come giugno o settembre, nell’agosto del 2018 decidiamo di trascorrevi una settimana. Per varie vicissitudini che non sto ad elencare riusciamo ad affittare, tramite un amico di un amico, un appartamentino un po’...

Le perle del Conero – Overview

Le perle del Conero – Overview

Diventata ormai meta ambitissima per le vacanze italiane, la Riviera del Conero è davvero una bellissima sorpresa. Ci siamo fermati qui per tre notti di ritorno dalla Puglia, volevamo riposarci dopo 15 giorni in macchina e invece no, gambe in spalla e si cammina come...

Sicilia: tra il Barocco e il Gusto

Sicilia: tra il Barocco e il Gusto

Tre notti e quattro giorni intensi per vedere quanto più ci fosse possibile. È ottobre e fa un caldo meraviglioso, secco e non asfissiante e il mare è ancora caldo. Giorno 1 Arriviamo a Catania, noleggio auto e via partiamo per Lido di Noto, località scelta per avere...

[user-submitted-posts]