Florida on the road pt.1 – tra l’arte di Miami e la natura delle Keys

da | Gen 9, 2021 | Americhe

Home E Americhe E Florida on the road pt.1 – tra l’arte di Miami e la natura delle Keys

DESTINAZIONE

Miami e Key Islands, Florida

CON CHI

Coppia

QUANDO

Dicembre-Gennaio

Come

Aereo + auto

Tempo di lettura: ( Parole totali: )

Gli Stati Uniti sono il paradiso per tutti gli amanti dell’ ”on the road”, perché gli spazi sono immensi, le strade infinite e soprattutto la benzina costa pochissimo. Cosa chiedere di più?

Il nostro tour della Florida parte da Miami per poi raggiungere le Key Islands, le Everglades, Naples, Saint Petersburg, Tampa, Palm Beach e Fort Lauderdale. Siamo stati tra fine Dicembre e inizio Gennaio, in 17 giorni siamo riusciti a vedere tutto quello che ci eravamo prefissati.

In questo nostro primo racconto vi vogliamo portare con noi a Miami e alle Key Islands, per non essere troppo prolissi (e le cose da raccontarvi sono tantissime), se resterete entusiasti vi racconteremo prossimamente la seconda parte del tour.

Ma ora siete pronti? Partiamo!

Arrivati in aeroporto abbiamo noleggiato un’auto che è stata la nostra compagna di viaggio per tutta la vacanza, i primi 4 giorni li abbiamo trascorsi a Miami, forse troppo pochi per assaporare pienamente lo spirito di questa città multietnica che attira appassionati di arte, moda, musica e design tutto il mondo.

Le attrazioni da vedere sono tante ma sicuramente non potete farvi mancare queste:

  • Wynwood Art District, il più grande “Street Artist Museum” del mondo dove potete trovare murales enormi e gallerie d’arte.
  • Miami Design District, quartiere a nord di Midtown, mecca dello shopping di lusso ma anche noto per il design dei suoi palazzi (noi siamo andati per questo).
  • Perez Art Museum (PAMM) che ospita installazioni di arte contemporanea ma che meriterebbe la visita anche solo per la sua struttura esterna.

Ovviamente se si pensa a Miami si pensa al mare, quindi anche noi non potevamo lasciarcelo scappare e ci siamo spostati a Miami Beach.

Come in tutta la Florida, le spiagge sono lunghe distese di sabbia bianca dove risaltano le coloratissime stazioni dei “Baywatch”, uniche al mondo. South Beach è un’altra tappa fondamentale famosa per l’Art Deco District, con i suoi palazzi dai colori pastello, e Ocean Drive resa famosa da film come Scarface o fatti di cronaca come l’omicidio di Gianni Versace davanti alla sua casa ora riconvertita in ristorante.

Inoltre potete fare una passeggiata sulla famosa Lincoln Road, una delle poche strade pedonali di Miami e rilassarvi tra le sue palme facendo shopping o sorseggiando un drink in uno dei numerosi bar.
In questa zona anche la vita notturna è molto vivace, si possono trovare party sui rooftop dei famosi hotel (come il Delano), oppure nei numerosi club.

A malincuore lasciamo Miami ma il nostro tour deve proseguire per dirigerci alle Key Islands.

La strada per raggiungerle (Overseas Highway) è essa stessa un’esperienza indimenticabile, perché per la maggior parte del viaggio si percorre un ponte infinito che divide oceano Atlantico e Golfo del Messico.

Il limite di velocità imposto (75 km/h) permette di godersi tutto il panorama. Tenete presente che per percorrere l’Overseas senza interruzioni sono necessarie tre ore.
Lungo la strada attraverserete numerose isole, altre invece si raggiungono solo via mare.

Vi consigliamo di soggiornare in uno dei numerosi motel che trovate sulle isole, è un’esperienza davvero local, noi ci siamo sentiti proprio come nei film americani, parcheggiare l’auto davanti alla propria camera e la mattina bere tazzone di caffè americano nel bar sulla strada.

Ma cosa vedere alle Keys?

Se cercate una spiaggia dove rilassarvi vi consigliamo Bahia Honda State Park, acqua cristallina incorniciata dall’antica Overseas Railroad (che fu distrutta da un uragano). Purtroppo noi non siamo riusciti a fare il bagno perché a Dicembre l’acqua attorno alle isole è molto fredda.

Un’altra tappa che non potete tralasciare è Big Pine Key, qui vive libero il famoso cervo dalla coda bianca, razza in via di estinzione.

Il nostro tour finisce Key West, l’ultima delle isole dove troverete la città più vivace. Ora potete parcheggiare l’auto, girare a piedi tra le vie e respirare l’atmosfera inconfondibile di quest’isola.
Prima della fine della giornata recatevi sul molo per vedere uno dei tramonti più belli della vostra vita.
Se non siete ancora stanchi la sera potete bere una birra al famoso Sleepy Joe’s, frequentato da Hemingway, che ha trascorso qui più di 10 anni, e come dargli torto?

Noi abbiamo passato qui la notte di Capodanno, tra feste in strada, persone mascherate e piene di lustrini. Ma da anni il fulcro della festa è Sushi, la Drag Queen più famosa dell’isola, che allo scoccare della mezzanotte scende su una gigantesca scarpa col tacco, tra coriandoli e festoni di fronte al famoso Bourbon Street Pub.

Purtroppo ora ci dobbiamo dirigere a nord, volete venire con noi?
Presto vi racconteremo la seconda parte del nostro viaggio in Florida.

Monica

Articoli correlati

New York: la mia esperienza nella Grande Mela

New York: la mia esperienza nella Grande Mela

Oggi vi racconto di New York City. Avevo appena finito il liceo quando mi regalarono un biglietto di sola andata per New York. Sarebbe stato un modo per schiarirmi le idee sull’università da scegliere oppure uno di quei viaggi che chissà dove mi avrebbe portata. Non...

Stati Uniti: vivere e studiare in Nevada

Stati Uniti: vivere e studiare in Nevada

Vivere e studiare negli Stati Uniti Sono sempre di più gli studenti che sognano di imparare la lingua inglese in America e vivere un’esperienza completa inserendosi nella cultura americana e nella vita universitaria. A Reno c’é una delle Università più prestigiose del...

Panama: avventura tra le foreste

Panama: avventura tra le foreste

Se amate la natura in ogni sua declinazione, le foreste di Panama sono il vostro posto ideale, ecco la nostra esperienza. Dia 1Arriviamo all'aeroporto di Panama City Tocumen e, dopo un viaggi di 27 ore prendiamo un taxi per il nostro hotel Double Tree by Hilton -...

Holbox: Una chicca Messicana

Holbox: Una chicca Messicana

Dopo una lunga permanenza tra i posti più turistici del Messico decido di fare, in solitaria, un viaggio non molto comune..direzione? L'attraente isola di Holbox. Vi porto con me. Così, una mattina all'alba, sono partita da Cancun e dopo un tratto in taxi, un lungo...

One Happy Island – Aruba

One Happy Island – Aruba

La chiamano One Happy Island, l'isola felice. E come non poterla definire tale considerato che possiede una delle spiagge più belle al mondo? Considerando che è l'isola con più giorni di sole dei Caraibi? La sua collocazione geografica (a pochi km dal Venezuela e poco...

Panama: tra grattacieli e natura

Panama: tra grattacieli e natura

« Ogni viaggio di mille miglia inizia con un singolo passo » Per me Panama rappresenta il mio primo vero e lungo viaggio oltreoceano. Un’esperienza che mai dimenticherò. Mi ha fatta crescere, ha cambiato la mia mentalità e aperto i miei orizzonti. Panama è il mio...

Essenza di Cuba

Essenza di Cuba

Sono state due settimane di pura avventura! I primi 3 giorni nella capitale, Havana, per poi ogni due giorni cambio di città: Viñales, Cienfuegos, Trinidad, Santa Clara, Remedios e Varadero. Non avevamo una dimora fissa, ma volevamo conoscere al meglio Cuba, vivendo...

Canada: on the road tra le città

Canada: on the road tra le città

Abbiamo scelto, diversamente da molti, di fare un tour on the road tra le città principali del Canada escludendo i parchi! Iniziamo atterrando a Montreal, una bella città moderna tutta da visitare: fate un salto al belvedere, salirete molti scalini, sarete congelati e...

Cayo Largo: il mio paradiso tropicale

Cayo Largo: il mio paradiso tropicale

Ciao Amici viaggiatori! Sono Antonio Martini, ho 29 anni e vengo da Treviso; lavoro da sempre nell'Hospitality e per ovvie ragioni ho sempre guardato gli altri divertirsi. La mia sete di curiosità e di imparare cose nuove mi hanno portato a dedicare tutto il mio tempo...

Montana: a Winter Wonderland

Montana: a Winter Wonderland

Ciao Travelteller, ci scrive Spencer dal Montana per il nostro #xmasconest e leggete qui che meraviglia 😉 Il Montana è bellissimo, è uno stato versatile e sperimenterai molte cose diverse qui: potresti essere sorpreso da una bufera di neve in un minuto, poi dal caldo...

La Repubblica Dominicana che non conosci

La Repubblica Dominicana che non conosci

La Repubblica Dominicana che ti racconto è quella più inesplorata. È un tour che parte dalla capitale, si spinge fino al confine ovest con Haiti e termina in quello più ad est. Pronti? Sono partita per il mio primo viaggio a lungo raggio da sola, con un gruppo di...

Stati Uniti: West Coast on the road

Stati Uniti: West Coast on the road

Cosa c’è di più bello di girare gli Stati Uniti “on the road”, sulla strada? Alla ricerca dei colori, dei sapori, delle facce e delle suggestioni di un paese che ha infinite storie da raccontare?  Per il nostro viaggio negli Stati Uniti Occidentali abbiamo scelto un...

[user-submitted-posts]