Slovenia: scenari fiabeschi e natura mozzafiato

da | Dic 15, 2020 | Europa

Home E Europa E Slovenia: scenari fiabeschi e natura mozzafiato

 

 

DESTINAZIONE

Bled, Slovenia

CON CHI

Coppia

QUANDO

Febbraio

Come

Auto

Tempo di lettura: ( Parole totali: )

La Slovenia era per me una terra poco conosciuta fino allo scorso gennaio, una meta insolita (e sottovalutata!) che non avrei mai pensato di inserire nella lista dei viaggi da fare. E invece … ecco la fuga romantica meglio riuscita degli ultimi anni! Gli scorci fiabeschi, i castelli arroccati e le Alpi che si specchiano nei laghi infiniti hanno giocato un bel ruolo nella scelta della destinazione. Per non  parlare della magia di dormire sospesi in una vera e propria casa sull’albero. Ora vi racconto le tappe da non perdere per un weekendino da favola in questa terra piena di fascino.

Partiamo all’alba, l’autostrada è nostra. Ci attende un bel po’ di strada, circa 5 ore di viaggio, ma l’auto è il mezzo migliore per muoversi liberamente anche in loco. Prima di entrare in terra slovena ricordatevi di fermarvi in autogrill (uno qualsiasi in Friuli)  e comprare il bollino per l’autostrada: senza quello non passerete la dogana. Direzione Lago di Bled, dove ho prenotato in questo magnifico Glamping, il Garden Village Bled, che ci ha lasciati senza parole. Costruite nel totale rispetto della natura e in armonia con essa, spiccano 5 splendide case sull’albero e alcune tende glamour. La casetta che ho scelto non ha niente da invidiare a un normale appartamentino: sfrutta in modo strategico tutti gli spazi, soprattutto in altezza, dove si trovano la zona notte e una rete sospesa dalla quale si vede il piano di sotto (i bimbi la amerebbero!). La terrazza si affaccia su una spiaggetta lungo un ruscello che nei mesi più caldi viene sfruttato come percorso kneipp naturale. Neanche a dirlo, il Village sposa una filosofia eco sostenibile nei materiali ma anche nel cibo: il ristorante ha delle proposte particolarissime realizzate con ingredienti a km0, direttamente presi dall’orto del villaggio e fattorie locali. Noi avevamo solo la colazione inclusa, ma vi assicuro che avrete voglia di cenare lì anche la sera, abbiamo mangiato da dio!

Procediamo con il racconto. Il giorno stesso dell’arrivo, un po’ cotti dal viaggio, non facciamo grandi cose: un pranzo, che è diventato poi un aperitivo in un locale carinissimo affacciato sul lago e una visita al Castello di Bled. 
Non farete fatica a individuarlo: è costruito su una rocca a picco sul lago ed è super scenografico, non vi dico il panorama da lassù! Non siamo entrati, stava tramontando il sole e abbiamo preferito goderci la vista e fare qualche foto (scusate amanti dei castelli per le poche info!)

Il giorno seguente abbiamo la giornata piena e ho un bel programmino che purtroppo ho dovuto modificare sul momento: visitare il Parco Nazionale del Triglav. L’idea era di andare assolutamente a fare un mini trekking alla Gola di Vintgar, uno dei tanti posti magici, attraversata dal fiume Radovna con le sue cascate e rapide. Si percorre un ponte di legno che costeggia le pareti,  passando attraverso gallerie che sboccano davanti alla cascata di Sum. Grazie google per le informazioni. Già … perchè proprio all’entrata della Gola, la delusione: chiusa nei mesi invernali, aperta da aprile a ottobre. Ma informarmi prima no? No.

Non ci perdiamo d’animo e ripieghiamo su altre attrazioni naturali che offre il parco. Prima tappa Lago Bohinj. Mi aspettavo la fotocopia del Lago di Bled, vi dirò, ma mi ha stupita piacevolmente. Un silenzio incredibile ci avvolge, è praticamente deserto, così possiamo ammirarlo in tutto il suo splendore. Le montagne lo circondano e si specchiano nell’acqua limpidissima e … vi lascio giudicare dalle foto. Da qui potete partire per fare numerose escursioni all’interno del parco. Spostandosi poco più avanti in macchina, troverete l’entrata del sentiero che porta alla cascata Savica. In circa 25 minuti di cammino nel bosco (veramente easy) arriverete al punto panoramico della cascata: potrete ammirare i suoi 78 metri di salto da un pontile di legno, dal quale vedrete anche il panorama sul Lago Bohinj.
Molto carina, non la più bella che abbia mai visto, ma è circondata da una natura ancora una volta, stupefacente. Un po’ delusi per non aver completato al meglio la nostra visita nel parco torniamo verso il Lago di Bled.
Mini sosta a “fare due lanci” nell’azzurrissimo fiume Isonzo – se pescate, o avete un fidanzato pescatore è un’ottima meta per voi, ma non so dirvi di più, me ne intendo meno di zero – e arriviamo a Bled.

Oltre che per la sua bellezza fiabesca, Bled è famosa per il suo iconico isolotto al centro del lago, raggiungibile con delle barchette scricchiolanti che puoi affittare lungo le sue sponde; ci sono vari punti, il nostro era forse quello più affollato quindi abbiamo aspettato veramente tanto prima del nostro turno: magari prenotate la barca, andate a pranzo in uno dei ristoranti lì sul lago e ingannate un po’ di attesa. Arriva finalmente il nostro turno, paghiamo (20€ per un’ora se non sbaglio) e remiamo verso l’isolotto. Giretto super romantico, ammiriamo il castello a picco sul lago, le montagne innevate sullo sfondo e arriviamo all’isolotto. Ci sono una chiesa e un ristorantino: facciamo un giro rapido perchè era già quasi ora di riportare la barca e il sole stava per tramontare (che ansia il lago al buio!).

Tornati nella nostra casetta infiliamo l’accappatoio e andiamo a fare una sauna con il rumore del ruscello in sottofondo : magica e rilassantissima. Non vi sarò molto d’aiuto su ristoranti e locali dove cenare la sera perchè, ancora una volta, abbiamo cenato al ristorante del villaggio: penso possiate prenotare anche se non siete ospiti, ne vale la pena.
Ultimo giorno. Ci aspetta il viaggio di ritorno verso casa quindi lasciamo la nostra amata casetta la mattina e ci mettiamo in viaggio.
Non ce ne andiamo senza aver visto la capitale, Lubiana. Città troppo carina, ordinata, pulitissima dove ci fermiamo un paio d’ore per vedere le cose principali. è attraversata da un fiume, il centro ricorda un po’ i Navigli di Milano: pieno di localini che si affacciano sui canali dove ci fermiamo a fare colazione. Se alzi lo sguardo non puoi non notare il Castello di Lubiana, una ex fortezza medievale che sovrasta la città e che raggiungiamo dopo una bella camminata tra i suoi vicoletti colorati. Come immaginerete, panorama stupendo sulla capitale. Scendiamo dopo qualche foto e ci tocca davvero metterci in viaggio verso casa.

Le mie impressioni? Meta ideale per una toccata e fuga come la nostra, ma non a febbraio!! La Slovenia è stupenda proprio per la sua rigogliosa natura, i suoi parchi … in inverno, come vi ho spiegato, molti siti sono chiusi e i colori del lago diventano meravigliosi dalla primavera ai primi giorni d’autunno. In più, la consiglio a chi ama la natura ma se vi piace far baracca … cambiate meta! O magari scegliete la capitale come punto di partenza e non il Lago di Bled. In ogni caso, merita una visita!

Articoli correlati

Andalusia pt.2: quattro mesi tra culture e bellezze

Andalusia pt.2: quattro mesi tra culture e bellezze

Il viaggio alla scoperta de « L’Andalusia, fra bellezza e cultura » prosegue nella famosa Ronda: cittadina non molto distante da Malaga (1h30 in auto), situata su un promontorio roccioso che offre una serie di bellissime vedute su tutta la valle. Il villaggio può...

Il meglio di Rodi,  perla del Dodecaneso

Il meglio di Rodi, perla del Dodecaneso

Cosa vi viene in mente se vi dico Grecia? A molti di voi sicuramente apparirà l'immagine delle casette bianche e azzurre, ad altri le famose isole della movida, Santorini e Mykonos, ad altri ancora la storia antica di Atene... E se vi dicessi che c'è un'isola che...

Siviglia: la vera essenza dell’Andalusia

Siviglia: la vera essenza dell’Andalusia

Cercando tra le mete più caratteristiche e low cost d'Europa dove poter passare 4 giorni tra cultura, tradizione, costumi, buon cibo e bella gente, decido di far visita alla bellissima SIVIGLIA, che raggiungo con un volo Ryanair da Bergamo con soli 50,00€ a/r....

Andalusia pt.1: quattro mesi tra culture e bellezze

Andalusia pt.1: quattro mesi tra culture e bellezze

Credo che, fra le tante al mondo, una delle destinazioni più complete e imperdibili sia senza ombra di dubbio l’Andalusia. Mille sfaccettature raccontano le storie dei vari popoli, che con le loro diverse culture hanno nel corso del tempo plasmato quella andalusa: dai...

Malta – una sorpresa nel cuore del mediterraneo

Malta – una sorpresa nel cuore del mediterraneo

Oggi ho vissuto per la terza volta un'isola che mi ha lasciato tanto, che snobbavo e non mi ispirava. Oggi dopo tre volte a Malta posso riconfermavi che è un posto meraviglioso e tra i miei preferiti e adesso vi racconto il perchè. Malta è un arcipelago, composto da...

Copenaghen: 8 luoghi da non perdere

Copenaghen: 8 luoghi da non perdere

Copenaghen è una città abbastanza piccola ma molto caratteristica in quanto racchiude in se un’incredibile quantità di attrazioni tra musei, parchi, palazzi storici, quartieri caratteristici, giostre e biciclette. Eh Si, ovunque vi giriate, ritroverete una bicicletta...

Vienna: l’elegante città della principessa Sissi

Vienna: l’elegante città della principessa Sissi

"Maestosa", questo sarebbe l' aggettivo che userei per descrivere Vienna, se me lo chiedessero. I suoi palazzi bianchi raffinati, la sua tranquillità, la sua atmosfera ordinata e calma, mi hanno letteralmente conquistata! Visitarla nel periodo natalizio, poi, le...

Scopri il fascino di Lisbona insieme a me

Scopri il fascino di Lisbona insieme a me

Sono sempre stata affascinata dal suono della parola Lisbona e, in un febbraio insolitamente caldo, sono partita per un long weekend portoghese. Lisbona per me è camminare per strade acciottolate con magnifiche decorazioni, con stupendi panorami da ogni angolo mentre...

Arte, cibo e calore: la mia Madrid in solitaria

Arte, cibo e calore: la mia Madrid in solitaria

Madrid rappresenta il mio primo viaggio in solitaria, proprio ad agosto 2020, nonostante le tante preoccupazioni, anche legate al Covid, ma lo rifarei mille volte! E’ stata un’avventura meravigliosa, piena di nuovi incontri. Sono partita dall’aeroporto di Bologna e,...

Lanzarote: la perla chic delle Isole Canarie

Lanzarote: la perla chic delle Isole Canarie

Definita anche "la isla diferente", "isla del fuego y del viento", possiede paesaggi e colori unici al mondo. È stata dichiarata Riserva della Biosfera dall' UNESCO nel 1993: immensi paesaggi lavici che contrastano con l' azzurro dell' Oceano e il bianco candido delle...

Marchando por Valencia tra parchi, arte e paella

Marchando por Valencia tra parchi, arte e paella

Premesso che, secondo me, tutta la Spagna è meravigliosa nella diversità che ogni città porta con sé... Valencia è semplicemente Valencia! Mi capirete se avete avuto il piacere di visitarla oppure se vi incuriosirò a farla dopo il mio racconto. Ho sempre sognato di...

Un’isola a portata di moto: la Corsica

Un’isola a portata di moto: la Corsica

Giuro che l’avevo sognato, noi due in moto sulla strada che porta alle Isole Sanguinarie, e così l’ho proposto a Simone: ma perché non facciamo un viaggio on the road in Corsica con lo scooter? E lui entusiasta ha risposto di sì. Penso che non ci sia miglior modo di...

Nella culla della storia: meravigliosa Atene

Nella culla della storia: meravigliosa Atene

Atene, fin da quando al liceo studiavo storia dell'arte, è sempre stata un mio "viaggio dei sogni". Quando il mio ragazzo in una chiamata mi ha detto "Amore, ti porto ad Atene!" stavo per piangere dalla gioia! Le mie aspettative non sono state deluse, anzi, se...

Albania: gemella inesplorata della Puglia

Albania: gemella inesplorata della Puglia

A dividerci c'è solo un lembo di mare, non a caso l'Albania è definita sorella gemella della Puglia, la mia terra. Così diversa paesaggisticamente, ma così simile culturalmente. Girandola da Tirana fino all'estremo sud, ai confini greci, ci è sembrato di essere a...

Turchia: una porta tra due mondi

Turchia: una porta tra due mondi

La Turchia è uno di quei posti da cui potersi aspettare tutto o niente, in grado di creare nell'immaginario di chi sta per recarvisi aspettative differenti. La sua stessa posizione geografica, a cavallo tra Occidente ed Oriente, si riflette sulla sua doppia natura di...

Tromsø: caccia all’Aurora Boreale

Tromsø: caccia all’Aurora Boreale

Tromso è una piccola città con casette tipiche norvegesi nel mezzo dei fiordi: qui vi sono piccoli musei e molte agenzie che organizzano tour guidati di ogni genere. Il freddo, la neve e i paesaggi poco fuori della città la rendono fiabesca. Vi parlo delle due...

Fuerteventura in love

Fuerteventura in love

Ciao a tutti i viaggiatori e agli appassionati di storie d’amore, qui vi parlano Giovanna e Alessandra, in arte Sandy & Ray e vogliamo raccontarvi l’emozione di vivere una vacanza romantica e avventurosa a Fuerteventura, Quindi non perdiamoci via e iniziamo questo...

Santorini – Overview

Santorini – Overview

Santorini è una delle più meravigliose isole greche. Io me ne sono innamorata appena atterrata! Santorini è accogliente, colorata e divertente, e nonostante sia piccina, offre al suo interno svariati panorami: dalle spiagge di Kamari e Perissa ai caratteristici...

Fuga a Nizza

Fuga a Nizza

Bellissima città della Costa Azzurra, raggiungibile da Milano in 3 ore circa di macchina (dipende dal traffico) o 4,5 ore in treno diretto da Milano Centrale. Io la amo e appena posso scappo là anche solo per trascorrere un week end lungo e godermi il mare e il clima...

L’Islanda e la forza della natura

L’Islanda e la forza della natura

La bellezza dell’Islanda sta nella forza che sprigiona. La vita che scorre sottoterra e che esplode all’improvviso nelle eruzioni vulcaniche che l’hanno formata; i geyser che sbuffano acqua bollente, l’energia geotermica che ha sostituito per intero altre fonti di...

Cracovia e il nostro giorno della Memoria

Cracovia e il nostro giorno della Memoria

Clima e atmosfera gelidi, quasi a dare un senso più profondo all'esperienza che abbiamo deciso di vivere. Scegliamo Gennaio per visitare Cracovia, pochi giorni prima della Giornata della Memoria, e dedicare una giornata ai luoghi del terrore che faccio fatica a...

[user-submitted-posts]