Sicilia: tra il Barocco e il Gusto

da | Dic 13, 2020 | Speciale Italia

Home E Speciale Italia E Sicilia: tra il Barocco e il Gusto

DESTINAZIONE

Sicilia, Italia

CON CHI

Coppia

QUANDO

Ottobre

Come

Aereo

Tempo di lettura: ( Parole totali: )

Tre notti e quattro giorni intensi per vedere quanto più ci fosse possibile.
È ottobre e fa un caldo meraviglioso, secco e non asfissiante e il mare è ancora caldo.

Giorno 1
Arriviamo a Catania, noleggio auto e via partiamo per Lido di Noto, località scelta per avere il mare a due passi e una posizione strategica per visitare i dintorni. Il paesino è deserto ma funzionale, la spiaggia ampia, in parte libera e attrezzata, il mare blu e digradante, calmo e caldo. Prima mezza giornata dedicata al mare, mentre decidiamo di visitare Noto by night. Stupenda. Non so sinceramente che altro dirvi. Aperitivo in una salumeria sul corso principale, ‘Sabbinirica’, dove più che altro abbiamo pagato la location che la bontà dei piatti, ma va bene così.

Giorno 2
Direzione Modica, la mia preferita, dove rimango innamorata del Duomo, preceduto da una meravigliosa scalinata piena di fiori quasi ad annunciare la sua imponenza. La giriamo a piedi e terminiamo con una degustazione di cioccolato, ovviamente.
Ci spostiamo per pranzo a Marzamemi, una bomboniera affacciata sul mare, stupenda. Pranzo con spaghetto al pomodorino di Pachino e vista mare al ristorante ‘La conchiglietta’, la semplicità che ti soddisfa.
Torniamo nel pomeriggio verso casa, un paio di orette di mare, aperitivo al tramonto, cena con Zuppa di pesce e capatina ad Avola.

Giorno 3
Ci spostiamo a Catania, fermandoci a Siracusa per la giornata. Meravigliosa anche lei, senza parole. Facciamo un giro in barca dell’Isola di Ortigia, il centro storico di Siracusa, e proseguiamo poi la visita della città a piedi. Ed è finalmente il momento del primo Arancino in una delle più famose pasticcerie (scusate mi sfugge il nome).
Arriviamo a Catania verso sera e la troviamo così cupa che quasi ci rimaniamo male. L’unica è rifugiarsi tra le sue viuzze dove di giorno ci sono i mercati e cenare in un bellissimo ristorante ‘La Vuciata’, si spende un po’ ma ne vale la pena. Antipasto di crudi di mare, tagliolini ai Ricci, tagliata di tonno scottato, vinello e cannolo. Si vola!

Giorno 4
Aereo la sera, quindi ci dedichiamo alla visita di Catania che di giorno è molto più interessante, anche se non tra le mie preferite. Il ricordo più bello della città riguarda i mercati alimentari incastrati tra le viuzze del centro storico, autentici e caratteristici. Pranzo con arancino per stare allenati e merenda alla ‘Pasticceria Savia’, immancabile, con granita mandorla e pistacchio e brioche gelato. Leggeri.

Si torna cosi a casa, con la sensazione che non avremo mai più fame e con la consapevolezza che torneremo per rimanere almeno 15 giorni in una terra così meravigliosa.

 

Articoli correlati

Il meglio di Tropea in un giorno

Il meglio di Tropea in un giorno

Tropea è una splendida cittadina della costa calabrese eletta "Borgo dei Borghi 2021": è da sempre conosciuta per le sue acque cristalline e per il suo buon cibo e turisti da ogni parte del Mondo scelgono di venire a visitarla. Passeggiando tra i vicoli alla scoperta...

Sunshine Blogger Award 2021

Sunshine Blogger Award 2021

Cari Amici, Oggi leggerete qualcosa di diverso dal solito. Siamo state nominate dalla nostra cara Paola, aka @mammacamperista, per partecipare al Sunshine Blogger Award 2021. Paola, come dedurrete dal suo nickname, è una super mamma che con la sua famiglia percorre...

Sardegna Low Cost & On the Road

Sardegna Low Cost & On the Road

Ciao Ontheroaders! Sono Denise di Bellavitis il blog di viaggi e ho la passione per gli on the road per la libertà di scelta che ti danno: scegliere di viaggiare di notte per vedere l’alba nella natura, scegliere di fermarsi per qualche giorno in un paesetto in mezzo...

Lampedusa: perla delle Pelagie

Lampedusa: perla delle Pelagie

Ciao ragazzi, mi chiamo Gloria e sono qui per raccontarvi la mia esperienza di viaggio in una delle più belle Isole delle Pelagie del Mar Mediterraneo, Lampedusa, provincia di Agrigento. Nonostante ami i viaggi culturali e il mese di settembre, abbiamo deciso di...

Firenze: cosa vedere in due giorni

Firenze: cosa vedere in due giorni

Sono stata a Firenze per due giorni e me ne sono innamorata subito. Era mezzogiorno, sono uscita dalla stazione di SMN con la mia valigia e lì, davanti a me, c'era lei: la cupola del Brunelleschi. Dopo quasi 4 ore di viaggio in treno ero stanca e affamata, così per...

Verona: città tridimensionale

Verona: città tridimensionale

Verona: capoluogo dell'omonima provincia veneta. Città antica, fondata dai romani e in seguito occupata dai popoli del nord, ancora oggi presenta le caratteristiche e gli elementi che l'hanno resa così particolare e meravigliosa. Lì mi sono ubriacata col vino bianco...

Le spiagge di Santa Teresa di Gallura

Le spiagge di Santa Teresa di Gallura

Spesso meta di weekend lunghi in mesi molto tranquilli come giugno o settembre, nell’agosto del 2018 decidiamo di trascorrevi una settimana. Per varie vicissitudini che non sto ad elencare riusciamo ad affittare, tramite un amico di un amico, un appartamentino un po’...

Le perle del Conero – Overview

Le perle del Conero – Overview

Diventata ormai meta ambitissima per le vacanze italiane, la Riviera del Conero è davvero una bellissima sorpresa. Ci siamo fermati qui per tre notti di ritorno dalla Puglia, volevamo riposarci dopo 15 giorni in macchina e invece no, gambe in spalla e si cammina come...

[user-submitted-posts]