Stati Uniti: West Coast on the road

da | Dic 10, 2020 | Americhe

Home E Americhe E Stati Uniti: West Coast on the road

 

 

 

DESTINAZIONE

Stati Uniti - West Coast

CON CHI

In coppia

QUANDO

Luglio - Agosto

Come

Aereo

Tempo di lettura: ( Parole totali: )

Cosa c’è di più bello di girare gli Stati Uniti “on the road”, sulla strada? Alla ricerca dei colori, dei sapori, delle facce e delle suggestioni di un paese che ha infinite storie da raccontare?  Per il nostro viaggio negli Stati Uniti Occidentali abbiamo scelto un itinerario che ci permettesse di toccare le mete principali, i posti che non potevamo non vedere. Naturalmente sono possibili deviazioni e divagazioni.

Volo Malpensa-Parigi-Phoenix. Si parte da qui, Arizona, si tocca Sedona, la città che i raggi del sole fanno diventare rosso fuoco ed ecco, al confine con lo Utah, uno dei posti che ci ha lasciato senza fiato: la Monument Valley, un’autentica icona del Far West, un pianoro di origine fluviale in cui guglie rocciose spuntano come funghi nel deserto. Dormite tassativamente all’interno della valle, al The View, l’albergo più famoso, non particolarmente caro, unico perché da ogni camera si gode una vista straordinaria. Siete lì a due passi, vi sembrerà di toccare le rocce con le mani. Caricate la sveglia e godetevi all’alba il sorgere del sole che illumina progressivamente queste cattedrali gotiche di rocce. Pelle d’oca e un ricordo indelebile che vi porterete dietro per sempre. Come quello del Grand Canyon, l’immensa gola creata dal fiume Colorado. Anche qui dormite all’interno del Parco del Grand Canyon, un albergo vale l’altro, non sono particolarmente belli ma avrete la comodità di massimizzare la permanenza: qui non conta dove si dorme ma camminare sull’orlo delle gole e non credere ai propri occhi.

Sulla mitica Route 66, la madre di tutte le strade americane, abbiamo raggiunto il Nevada per una tappa a Las Vegas, “sin city”, la città del peccato dove, si dice, tutto quello che succede lì, lì deve rimanere. Un posto incredibile, che sorge improvviso nel deserto, dove grandi alberghi (sceglietene uno a caso, si cade sempre in piedi) e casinò vi rapiranno. Consiglio una tappa veloce per vedere questa realtà unica, riposarvi e ripartire. Non prima di avere assaggiato il famoso filetto di Gordon Ramsey!

Da Las Vegas si raggiunge la Death Valley, la Valle della Morte, un’area desertica tra Nevada e California all’interno della quale si trova il punto più basso di tutto il Nord America: Furnace Creek, un nome che è anche un terribile presagio. Qui abbiamo provato cosa significa vivere, sopravvivere, con una temperatura di 120 gradi Fahrenheit, 48 ° centigradi che ti avvolgono assieme a un vento bollente appena scendi dalla macchina (attenzione al pieno prima di arrivare e addentrarvi nella valle: non prendono i telefoni e non si scherza, sono condizioni estreme). Anche questa è stata un’esperienza fortissima: Zabriskie Point, fonte d’ispirazione per grandi registi, vi entrerà negli occhi e nel cuore per non uscirne mai più.

Dal caldo asfissiante del deserto della Valle della Morte al fresco dello Yosemite Park, altra tappa imprescindibile per chi passa Da queste parti. Lo Yosemite National Park si trova nelle montagne della Sierra Nevada in California. È noto per gli antichi alberi di sequoia giganti e per il Tunnel View, la celebre vista della Bridal Veil Falle delle scogliere di granito di El Capitan e Half Dome. Nello Yosemite Village sono presenti negozi, ristoranti, alberghi. Decidete quanto starci: se amate la natura anche diversi giorni, se avete fretta un giorno pieno per avere un’idea, basta.

Prima di arrivare a San Francisco, tappa nella favolosa Napa Valley, una Contea dello stato della California dove oltre 200 produttori di vino creano un nettare rinomato. Terra di favolosi Cabernet Sauvignon, è il ponte ideale per arrivare a San Francisco, passando per Golden Gate, naturalmente! Città stupenda, particolarissima, patria di tutti i diritti e della libertà in ogni sua forma. Ti rapisce. Perdetevi nei saliscendi delle sue strade, fate un giro sui tram aperti, non dimenticatevi di andare al Pier 39, al porto, oggi purtroppo parzialmente distrutto da un incendio, e soprattutto programmate in anticipo una visita al penitenziario di Alcatraz da dove evadere era impossibile. Ci hanno provato i più efferati criminali rinchiusi in un posto da incubo dove la regola numero 5 del regolamento recitava:” Avete diritto a vitto, alloggio, indumenti ed assistenza sanitaria. Tutto il resto consideratelo un privilegio.”

Da San Francisco verso sud sulla 1, tra distese di campi di fragole e fattorie biologiche che le trasformano in gustose marmellate. Poi Santa Cruz, originale e fricchettona: Monterey, dove abbiamo ammirato, passeggiando sul “sentiero della storia”, straordinari edifici del XIX secolo e, poco più in là il faro della West Coast in funzione da più tempo, addirittura dal 1855; l’esclusiva ed altera Carmel con la Missione di San Carlos Borromeo, una delle più belle della California. Poi improvvisamente, a toglierci il fiato, il Big Sur, 160 Km di costa rocciosa, uno stato d’animo più che un reale luogo geografico.

Dopo la spagnoleggiante Santa Barbara si arriva finalmente a Los Angeles, la città dove si fondono gli estremi e le contraddizioni di tutto il paese. Tante città in una: la caotica e multietnica Downtown, la folle Hollywood, l’esclusiva Beverly Hills, l’aristocratica Santa Monica, la sopravalutata e scoppiata Venice Beach.

Alla fine, abbiamo percorso 4000 Km ma è come se ne avessimo fatti al massimo 400. Un viaggio memorabile e consigliatissimo.

Articoli correlati

New York: la mia esperienza nella Grande Mela

New York: la mia esperienza nella Grande Mela

Oggi vi racconto di New York City. Avevo appena finito il liceo quando mi regalarono un biglietto di sola andata per New York. Sarebbe stato un modo per schiarirmi le idee sull’università da scegliere oppure uno di quei viaggi che chissà dove mi avrebbe portata. Non...

Stati Uniti: vivere e studiare in Nevada

Stati Uniti: vivere e studiare in Nevada

Vivere e studiare negli Stati Uniti Sono sempre di più gli studenti che sognano di imparare la lingua inglese in America e vivere un’esperienza completa inserendosi nella cultura americana e nella vita universitaria. A Reno c’é una delle Università più prestigiose del...

Panama: avventura tra le foreste

Panama: avventura tra le foreste

Se amate la natura in ogni sua declinazione, le foreste di Panama sono il vostro posto ideale, ecco la nostra esperienza. Dia 1Arriviamo all'aeroporto di Panama City Tocumen e, dopo un viaggi di 27 ore prendiamo un taxi per il nostro hotel Double Tree by Hilton -...

Holbox: Una chicca Messicana

Holbox: Una chicca Messicana

Dopo una lunga permanenza tra i posti più turistici del Messico decido di fare, in solitaria, un viaggio non molto comune..direzione? L'attraente isola di Holbox. Vi porto con me. Così, una mattina all'alba, sono partita da Cancun e dopo un tratto in taxi, un lungo...

One Happy Island – Aruba

One Happy Island – Aruba

La chiamano One Happy Island, l'isola felice. E come non poterla definire tale considerato che possiede una delle spiagge più belle al mondo? Considerando che è l'isola con più giorni di sole dei Caraibi? La sua collocazione geografica (a pochi km dal Venezuela e poco...

Panama: tra grattacieli e natura

Panama: tra grattacieli e natura

« Ogni viaggio di mille miglia inizia con un singolo passo » Per me Panama rappresenta il mio primo vero e lungo viaggio oltreoceano. Un’esperienza che mai dimenticherò. Mi ha fatta crescere, ha cambiato la mia mentalità e aperto i miei orizzonti. Panama è il mio...

Essenza di Cuba

Essenza di Cuba

Sono state due settimane di pura avventura! I primi 3 giorni nella capitale, Havana, per poi ogni due giorni cambio di città: Viñales, Cienfuegos, Trinidad, Santa Clara, Remedios e Varadero. Non avevamo una dimora fissa, ma volevamo conoscere al meglio Cuba, vivendo...

Canada: on the road tra le città

Canada: on the road tra le città

Abbiamo scelto, diversamente da molti, di fare un tour on the road tra le città principali del Canada escludendo i parchi! Iniziamo atterrando a Montreal, una bella città moderna tutta da visitare: fate un salto al belvedere, salirete molti scalini, sarete congelati e...

Cayo Largo: il mio paradiso tropicale

Cayo Largo: il mio paradiso tropicale

Ciao Amici viaggiatori! Sono Antonio Martini, ho 29 anni e vengo da Treviso; lavoro da sempre nell'Hospitality e per ovvie ragioni ho sempre guardato gli altri divertirsi. La mia sete di curiosità e di imparare cose nuove mi hanno portato a dedicare tutto il mio tempo...

Montana: a Winter Wonderland

Montana: a Winter Wonderland

Ciao Travelteller, ci scrive Spencer dal Montana per il nostro #xmasconest e leggete qui che meraviglia 😉 Il Montana è bellissimo, è uno stato versatile e sperimenterai molte cose diverse qui: potresti essere sorpreso da una bufera di neve in un minuto, poi dal caldo...

La Repubblica Dominicana che non conosci

La Repubblica Dominicana che non conosci

La Repubblica Dominicana che ti racconto è quella più inesplorata. È un tour che parte dalla capitale, si spinge fino al confine ovest con Haiti e termina in quello più ad est. Pronti? Sono partita per il mio primo viaggio a lungo raggio da sola, con un gruppo di...

[user-submitted-posts]